Conversione della foresta e fungo esca

Di 40 Anni fa, le monocolture di abete rosso spesso dominavano la foresta, perché l'abete cresce velocemente e può essere usato prima. Tuttavia, l'abete è una radice poco profonda e dipende quindi da piogge regolari. Inoltre, trova meno appoggio nel terreno in caso di forte vento. Per gli effetti di tempeste devastanti, Abbiamo finalmente riconosciuto la siccità e il caldo, che una foresta mista sana è più resistente e ha una biodiversità significativamente più alta. Secondo le foreste demaniali bavaresi (Quelle: Foreste demaniali bavaresi | Waldumbau (baysf.de) ) se queste foreste di conifere sensibili al clima fino a 2032 in una foresta mista sana con almeno 30% legno duro- o parte dell'abete.

Poiché il fungo esca cresce solo su alberi decidui, preferibilmente su faggi e betulle, prospera, sarà in grado di diffondersi ulteriormente in futuro, anche nelle foreste, in cui prima si trovavano quasi solo conifere. Il fungo esca decompone gli alberi indeboliti con il suo micelio e quindi rende nuovamente disponibili i nutrienti degli alberi morti per la generazione più giovane di alberi. Inoltre, crea un habitat per i decompositori del legno morto e per varie specie di coleotteri spugnosi e contribuisce così alla biodiversità.